Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
SERVIZI ALLE AZIENDESERVIZI AI LAVORATORISERVIZI SPECIALI

ULTIMENEWS



13/03/2018

Cassazione annulla sentenza su confisca a destinatario autotrasporto

 

L'ordinanza emessa il 23 novembre 2017 e depositata il 1° marzo 2018 della Seconda Sezione accoglie un ricorso presentato da un'impresa calzaturiera contro la confisca della merce caricata su un camion albanese con documenti contraffatti.
La vicenda che ha causato il ricorso in Cassazione è iniziata nel porto di Bari con un controllo svolto su un camion dell'albanese Trans-Speed, appena sbarcato da un traghetto proveniente dall'Albania, che trasportava 1083 cartoni contenenti calzature, suole e tomaie spediti dalla Filanto Albania alla Filanto italiana. Dal controllo emerse che l'autorizzazione al trasporto internazionale era contraffatta. Quindi iniziò la consueta procedura che prevede, oltre che le sanzioni amministrative, anche il sequestro della merce e la seguente confisca, perché il Prefetto ritenne corresponsabile l'impresa calzaturiera italiana.



Richiedi maggiori informazioni!


« Indietro