Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
SERVIZI ALLE AZIENDESERVIZI AI LAVORATORISERVIZI SPECIALI

ULTIMENEWS



13/06/2018

Codacons denuncia ministro Toninelli per divieti camion

 

L'associazione dei consumatori ha presentato a 104 Procure italiane una denuncia penale contro l'inosservanza della sentenza del Tar Lazio sul calendario dei divieti di circolazione dei veicoli industriali, mentre le sigle dell'autotrasporto sostengono che molte Prefetture non concedono più deroghe all'autotrasporto.
Esplode il conflitto tra Codacons e associazioni degli autotrasportatori sulle norme che regolano i divieti di circolazione dei veicoli industriali con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate, dopo la sentenza del Tar del Lazio del 22 maggio 2018, che accoglie un ricorso dell'associazione dei consumatori contro il Decreto ministeriale che stabilisce i divieti del 2018. Da un lato, il Codacons denuncia il nuovo ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, presso 104 Procure italiane per non avere diramato nuove disposizioni sui divieti conseguenti alla sentenza del Tar Lazio, soprattutto per quanto riguarda le deroghe concesse dai Prefetti che, secondo la sentenza, devono essere circostanziate, motivale e fondate su presupposti specifici.
Gli esposti chiedono di avviare indagini per omissione di atti d'ufficio, mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice, inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità e concorso in omicidio colposo o lesioni nei casi in cui si siano registrati incidenti con morti o feriti riconducibili alla presenza di veicoli industriali sulle strade. L'esposto chiede anche di accertare se la Polizia Stradale abbia sanzionato i veicoli industriali che viaggiavano durante i divieti, considerando che i Decreti ministeriali sono stati annullati dal Tar e chiede al ministero dell'Interno d'istruire la Polstrada per "impedire domenica prossima la circolazione dei veicoli industriali in deroga".
Sul fronte opposto, una decina di sigle dell'autotrasporto ha scritto al ministero per chiedere un incontro urgente "in considerazione del comportamento di alcune Prefetture che stanno negando il riconoscimento delle autorizzazioni per la circolazione in deroga nei giorni di divieto", un comportamento che "potrebbe creare un danno all'intero settore nonché più in generale all'economia italiana".



Richiedi maggiori informazioni!


« Indietro