Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
SERVIZI ALLE AZIENDESERVIZI AI LAVORATORISERVIZI SPECIALI

ULTIMENEWS



11/10/2018

Maltempo, crolla ponte in Sardegna sulla statale tra Capoterra e Cagliari

 

Crolla il ponte sul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che parte da Cagliari, collega i comuni di Capoterra e Pula e termina a San Giovanni Suergiu. La forte pioggia che si è abbattuta sulla zona ha fatto ingrossare il fiume che è esondato e ha distrutto il ponte. Un tratto di strada, qualche chilometro prima, era già ceduto provocando una voragine che ha costretto la polizia municipale a chiudere la statale all'altezza del ponte della Scafa. La forza dell'acqua, dopo l'esondazione del rio avvenuta questa mattina, ha inghiottito in queste ore quello che rimaneva della strada già parzialmente sommersa dopo la rottura degli argini del fiume. Ma con il crollo la statale è letteralmente tagliata in due.

La strada, da quanto è emerso da una serie di controlli, era stata chiusa da Anas già nelle ore precedenti il crollo. Precauzione che ha permesso di evitare conseguenze più gravi e vittime. Il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, si è recato sul posto con l'assessore ai Lavori Pubblici Edoardo Balzarini e insieme al sindaco di Capoterra stanno conducendo un sopralluogo sul luogo del crollo. "Le due opere - spiega l'Anas - non hanno subito danni strutturali e abbiamo incaricato la ditta di manutenzione che interverrà sul posto domani, compatibilmente con la situazione meteorologica e per avviare gli interventi il prima possibile". Intanto a Capoterra, centro a una ventina di chilometri dal capoluogo, torna l'incubo alluvione. Le piogge di questa notte hanno fatto tornare alla mente la tragica alluvione del 22 ottobre di dieci anni fa, quando morirono quattro persone.

Il maltempo sta creando disagi in diverse aree del sud Sardegna: due tratti della statale 125 sono impraticabili a causa di allagamenti e detriti che hanno in alcuni casi messo a rischio la vita degli automobilisti. Come a San Priamo e Castiadas (Sarrabus) dove squadre di sommozzatori sono intervenute per soccorrere alcune persone in difficoltà dopo che la loro auto si è ritrovata circondata dall'acqua.

Le scuole restano chiuse domani, giovedì 11 ottobre, a Cagliari e in Liguria. Tra i primi comuni a prendere la decisione di lasciare a casa studenti di ogni ordine e grado, quelli delle province di Imperia e in quella di Savona, Recco, Chiavari. Ordinanza di chiusura anche per cimiteri, parchi, impianti sportivi e mercati.



Richiedi maggiori informazioni!


« Indietro